Saed Abedini, sulla condizione dei cristiani perseguitati, e sui rischi per la chiesa in Europa.

“Forse nel prossimo futuro vedremo i cristiani europei in cerca di un luogo dove rifugiarsi.

Amaro sfogo denuncia del pastore americano di origine iraniana, Saed Abedini, sulla condizione dei cristiani perseguitati, e sui rischi per la chiesa in Europa. Ora libero, ma per la sua liberazione si era mobilitata la chiesa mondiale, dopo che Abediani era stato imprigionato nel 2012, e per anni sottoposto a torture e persecuzioni.

 

In un post sulla sua pagina Facebook il pastore iraniano lancia un appello in favore della chiesa perseguitata e un denuncia della scarsa attenzione mostrata a suo dire dalla chiesa occidentale.

 

 

Abedini parla dalla crescente persecuzione in atto in alcuni paesi islamici nei confronti del cristianesimo, tra i quali la Turchia, che pure è formalmente un alleato strategico dell'occidente, addirittura membro della NATO, e che aspira ad entrare a far parte dell'unione europea.

 

Ma in questi ultimi tempi dopo il fallito golpe in Turchia ci sono stati arresti indiscriminati di miglia di persone, ed epurazioni tra giornalisti, militari, dipendenti pubblici, ma anche tra missionari cristiani.

 

 

A questo si aggiungono le tensioni di questi giorni del governo turco con la Germania la Danimarca e l'Olanda, che il premier turco Erdogan ha duramente criticato, per avere impedito ai membri del suo partito di fare in quei paesi comizi elettorali in vista delle prossime elezioni.

 

In una dichiarazione il premier turco ha invitto i turchi residenti in Europa a mettere al mondo almeno cinque figli, “ perché siano loro ''il futuro dell'Europa''. ” parole che alla luce di quanto detto sin qui suonano alquanto sinistre.

 

Di oggi la notizia di una escalation della tensione tra Ankara e Berlino, a causa dell'arrestato di un giornalista tedesco in Turchia con la pesante accusa di terrorismo.

 

Ebbe il pastore Abedini, in un suo post offre un'analisi preoccupante, perché proviene da una persona che conosce quella realtà dal suo interno.

 

Scrive Abedini: “Forse nel prossimo futuro vedremo i cristiani europei in cerca di un luogo dove rifugiarsi.

 

La guerra tra l'islam e il cristianesimo è seria e reale. La Turchia, dopo Iran, Siria, Iraq e Afganistan da un po di tempo chiude sistematicamente e ufficialmente le più grandi chiese. La polizia Turca ha fornito alla polizia segreta iraniana i nomi dei membri della mia chiesa clandestina, che erano attesi ad Istanbul per una conferenza sulla leadership, ed ne essi hanno arrestato circa mille. Questo 10 anni fa, e per molti di loro la questione non si è ancora conclusa …

Alcuni di questi paesi del Medio Oriente sono accomunati nella chiusura di chiese e nel contrastare la crescita del cristianesimo, attraverso la potente polizia segreta che per questo fa uso delle più moderne tecnologie e dispone grandi somme di denaro.

 

Per favore pregate per la chiesa perseguitata in Medio Oriente. I governi e le chiese occidentali non stanno facendo abbastanza, addirittura sembra che alcuni di loro anziché aiutare i cristiani perseguirti li usano. Io personalmente in 17 anni non ho visto alcun intervento e un sostegno di lungo termine).

I mussulmani sono più organizzati dei cristiani nel raggiunger il mondo con il loro messaggio d'errore.

 

 

Signore abbi pietà di noi cristiani del medio oriente e nei paesi mussulmani privi di auto e sostegno, e dei cristiani che vivono in occidente nella libertà ma addormentati e vivendo nel peccato.”

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Il Vice Presidente USA Pence al World Summit In Defense of Persecuted Christians

Persecution and the Gospel | Billy Graham TV Special

Chi è online

Abbiamo 56 visitatori e nessun utente online

Vai all'inizio della pagina