Roma, festa per celebrare i 69 anni di indipendenza dello Stato ebraico.

“Italia e Israele, rapporto speciale”.

“Se questo paese ha un’anima, Gerusalemme è l’anima della Terra d’Israele”. 
Si conclude con una citazione di David Ben Gurion l’intervento dell’ambasciatore israeliano Ofer Sachs, il padrone di casa della festa per celebrare i 69 anni di indipendenza dello Stato ebraico tenutasi ieri sera al Maxxi di Roma.


Una festa ma, come tradizione, anche con dei contenuti profondi. Centrale in questo senso una riflessione sui 50 anni della riunificazione di Gerusalemme, un anniversario in occasione del quale numerose sono le iniziative che verranno presentate nei prossimi giorni da UCEI, Comunità di Roma e ambasciata stessa. Ospite d’onore proprio il primo cittadino della capitale di Israele, Nir Barkat, che alla plate del Maxxi ha ricordato le peculiarità di un luogo che che non ha eguali al mondo. Gerusalemme come città della fratellanza, con la sua ineludibile prospettiva di includere e far coesistere identità diverse. “Affrontare e gestire i conflitti è la nostra sfida quotidiana. Una sfida le cui ricadute sono evidentemente globali” sottolinea Barkat.


Nel merito dei rapporti tra Italia e Israele, l’ambasciatore Sachs si è soffermato sulla decisione “senza compromessi” presa dall’Italia di opporsi alla risoluzione Unesco dei giorni scorsi (che Sachs ha definito “scandalosa”). Una posizione per la quale il diplomatico ha espresso “gratitudine” e “apprezzamento” al governo.
Numerosi i rappresentanti delle istituzioni presenti alla festa. Tra gli altri, il ministro dell’Interno Marco Minniti, la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri, il presidente della Commissione Esteri del Senato Pierferdinando Casini, i sottosegretari Mario Giro e Sandro Gozi, Ad intervenire sul palco, oltre a Barkat e Sachs, anche la presidente della Fondazione Maxxi Giovanna Melandri e la presidente della Jerusalem Foundation Johanna Arbib.


Nel corso della serata è stato inoltre annunciato uno stanziamento speciale per le popolazioni colpite dal terremoto. “Una piccola goccia nell’oceano, ma senza la quale – è stato sottolineato – l’oceano stesso sarebbe privo di una goccia”.

 

 

(fonte MOKED)

Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Il Vice Presidente USA Pence al World Summit In Defense of Persecuted Christians

Persecution and the Gospel | Billy Graham TV Special

Chi è online

Abbiamo 41 visitatori e nessun utente online

Vai all'inizio della pagina