Atto di generosità cassiere di Walmart commuove giovane mamma

Nick Tate Nick Tate

 USA “Sentivo come se Dio mi stava dicendo di pagare io il conto”

 

Era la tarda sera di venerdì, e Nicholas (Nick) Tate stava per terminare il suo turno al Walmart, quando la coda alla sua casa inizia ad allungarsi.

 

Il 20enne cassiere aspettava pazientemente che ciascun cliente posasse i prodotti acquistati sul nastro scorrevole. Una donna circondata da tre ragazzini si scusa mentre si avvicina alla cassa.

 

E' una di quelle giornate?” chiede sorridendo Nick alla donna, mentre i ragazzini le saltellavano intorno.

 

La donna gli spiega allora di avere adottato un bambino, e che fruiva del WIC, un programma federale di assistenza per le famiglie a basso reddito e con figli, che prevede il rimborso di parte della spesa.

 

Lei aveva aderito proprio quel giorno al programma, e non la aveva mai usato.

 

Aveva acquistato un bel po' di cose, e gran parte di queste erano passate, ma per qualche motivo il processo ad un certo punto si era bloccato”, racconta il giovane cassiere . “Abbiamo quindi dovuto fare uno scontrino a parte per i restanti acquisti”.

 

Intanto la fila si allungava mentre il cassiere passava il resto dei prodotti.

 

C'erano molti più clienti, che brontolavano e lanciavano occhiatacce mentre decidevano di spostarsi su un'altra cassa, ed io ero frustrata sul punto di piangere”, scrive in un post su Facebook la cliente che desidera restare anonima.

 

A quel punto un signora che conosciamo mi domandava perché mai stessi causando così tanti problemi. Le spiegavo che non riuscivo a capire come far funzionare il WIC, mentre stavo per scoppiare in lacrime”.

 

Nick invece senza perdere la calma e chiama il suo superiore per chiedere aiuto, pronto a fare un nuovo tentativo.

 

Avevo in quel momento già tirato fuori la mia carta di credito. Sentivo come se Dio mi stava dicendo di pagare io il conto,” spiega Tate. “Dopo il fallimento anche del secondo tentativo, ho passato la mia carta”

 

Che fa?” chiese la donna mentre le lacrime le rigavano il viso. Nick le aveva appena pagato il conto di 60 dollari di beni alimentari, affermando che n'era valsa la pena per ogni singolo centesimo.

 

Non ricordo tutte le sue parole dopo quell'episodio, ma ricordo che mi disse che io non stavo fallendo, ma che quel che stavamo facendo aveva dello straordinario”, racconta la donna.

 

Dal canto suo il giovane cassiere afferma di avere semplicemente fatto la cosa giusta.

 

Quando sentiamo che Dio ci sta chiedendo di fare qualcosa , quante volte diciamo no? In quel momento, senza alcun dubbio, Lui mi stava chiedendo di pagare, dicendomi che quelle persone erano nel bisogno , e che le dovevo aiutare” spiega Nick.

 

Dal canto suo la stessa catena Walmart, per cui lavora Nick, ha voluto rendere omaggio al giovane dipendente con una notata postata sulla sua pagina Facebook

 

 

Molto orgogliosi di uno dei nostri associati stasera per essere andato ben oltre l'aiutare un cliente. Il direttore del negozio Barry coltiva un ambiente di lavoro per il quale può essere orgogliosi e il cassiere Nick ci motiva tutti per essere migliori! Grazie ad entrambi per essere eccellenti associati di Walmart!

#Walmart 
#SamWouldBeProud
@dougmcmillon

https://www.facebook.com/Walmart1056/photos/a.443485259075152.1073741825.142582835832064/1445118755578459/?type=3 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

DOVE SIAMO

Chi è online

Abbiamo 68 visitatori e nessun utente online

Vai all'inizio della pagina