×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 98

Confermato divieto attività Testimoni di Geova in Russia, 'sono estremisti'

Starei attento a esultare perché una devianza eretica del cristianesimo viene messa al bando, se passa il principio che è lo stato decidere quale religione ha il dritto di esistere, nessuno di noi potrà sentirsi al sicuro.

 

Il collegio d'appello della Corte suprema russa ha confermato la sentenza del 20 aprile che ha dichiarato "estremista" l'organizzazione religiosa dei testimoni di Geova imponendole il divieto di attività in Russia e ordinando il sequestro dei beni a favore dello Stato. E' stato quindi respinto il ricorso in appello del gruppo religioso, che però, per bocca dell'avvocato Viktor Zhenkov, ha annunciato che intende impugnare la sentenza davanti alla Corte europea dei diritti dell'Uomo.

 

Bandendo l'attività del gruppo cristiano antitrinitario - noto per le prediche porta a porta e per il rifiuto del servizio militare -, la Corte suprema russa ha accolto una richiesta del ministero della Giustizia, che accusa l'organizzazione religiosa di "violare la legge per combattere l'estremismo", ma ha sfidato anche il parere degli esperti delle Nazioni Unite, che a inizio aprile avevano definito l'iniziativa del governo russo "estremamente preoccupante", denunciando "una minaccia non solo ai Testimoni di Geova, ma alla libertà individuale in generale nella Federazione russa".

 

Personalmente starei attento a esultare perché quella che noi potremmo considerare una devianza eretica del cristianesimo, viene messa al bando, perché se passa il principio che è lo stato a decidere quale religione ha il dritto di esistere e quale no, si capisce che nessuno di noi potrà sentirsi al sicuro. Ricordiamo tutti cosa è capitato sotto il nazifascismo agli ebrei, ai pentecostali, ai testimoni di Geova, e molti altri. 

Come cristiani ci dovremmo quindi battere perché tutti, credenti, diversamente credenti e non credenti, possano vedersi riconosciuto il diritto costituzionale alla libertà religiosa, di pensiero e di parola.

Sarà poi sul piano del confronto che potremo far valere la potenza della Verità e la superiorità della Parola di Dio so ogni altra tesi.

 

Aforisma di Bertolt Brecht

 

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari. E fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei. E stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, ed io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare.

Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Chi è online

Abbiamo 92 visitatori e nessun utente online

Vai all'inizio della pagina