Sabato nella finale di Champions League tra Juve e Real Madrid si va in campo anche con la Bibbia.

Keylor Navas e Pepe Keylor Navas e Pepe

Il portiere del Real Keylor Navas: «La Bibbia mi regala la forza di affrontare qualsiasi ostacolo a testa alta. Compresa la partita di sabato»

In casa Real in vista della sfida di sabato contro la Juve a Cardiff c'è anche chi cerca forza e ispirazione nella Bibbia. È il caso ad esempio del portiere Keylor Navas. Il quale sostiene di aver tenuto (almeno fino a ora) a distanza di sicurezza David de Gea affidandosi alla Bibbia. «Sono sempre stato molto religioso - ammette - ma quando alcune cose nella mia vita professionale hanno iniziato a non funzionare più, mi sono affidato a Dio. La Bibbia mi regala la forza di affrontare qualsiasi ostacolo a testa alta. Compresa la partita di sabato».

 

Anche Pepe, veterano merengues, sostiene di avere una copia della Bibbia sul comodino, e di «leggere qualche passo tutte le sere prima di andare a dormire». Il centrale portoghese di origini brasiliane ha una voglia matta di misurarsi con la Juve, fisicamente ora è a posto, ma non gode della fiducia di Zidane e neppure della stima della società, che non gli ha rinnovato il contratto. Dal primo luglio lascerà Madrid per strappare l'ultimo ingaggio milionario della sua carriera in Cina (anche se l'Inter resta alla finestra). «Prima però vorrei salutare a modo mio i tifosi e la squadra nella quale ho dato l'anima per dieci anni. Sto pregando anche per questo», ammette candidamente.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

video

Plenary 2: Confronting Idols - Chris Wright - Cape Town 2010

Chi è online

Abbiamo 70 visitatori e nessun utente online

Vai all'inizio della pagina